Andrea Rossi Pneumologia

Articolo

Asma Bronchale

L’asma bronchiale è la principale malattia cronica dell’infanzia e dell’adolescenza nel mondo occidentale. Si manifesta ovviamente anche nell’età adulta (late onset asthma). La sua prevalenza è in aumento. E’ una malattia controllabile con i farmaci semplici e sicuri a disposizione, ma può essere mortale se non adeguatamente curata e controllata. Con una adeguata terapia, un soggetto asmatico conduce una vita totalmente normale e la malattia stessa non è di ostacolo al divenire un campione olimpionico!

L’asma bronchiale è una malattia infiammatoria dei bronchi che si manifesta con tosse secca cronica e/o crisi di mancanza di respiro, dalle forme lievi alle forme più gravi, causate da molteplici stimoli inalatori come gli allergeni (pollini, polveri, residui animali), aria fredda e secca, nebbia, inquinamento, alcune forme di esercizio fisico, come la corsa all’aria aperta o il nuoto in piscina per il cuoro nei vapori dalla superficie dell’acqua.

E’ una malattia molto variabile, che può rimanere silente anche per molti anni e manifestarsi improvvisamente con tosse secca non controllata dai comuni antitussigeni e/o crisi di mancanza di respiro. E’ spesso associata alla rinite allergica, alle allergie alimentari, alle ripetute infezioni virali.

L’accertamento diagnostico per l’asma bronchiale è opportuno non solo in presenza dei sintomi sopra descritti, ma anche se sono presenti o si ricordano “asmatici” e/o “allergici” in famiglia (allargata). E’ un percorso strumentalmente semplice, che tuttavia richiede un adeguato inquadramento scientifico-culturale.