Andrea Rossi Pneumologia

Articolo

La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO)

“Smoke gets in your lungs”

Spesso confusa con la Bronchite Cronica, è invece una condizione più grave in cui non vi è solo l’infiammazione bronchiale cronica, ma anche e soprattutto la distruzione di tessuto polmonare (enfisema). La causa principale della malattia è il fumo di sigaretta. Tuttavia altri fattori come l’inquinamento atmosferico, domestico e degli ambienti di lavoro possono causare la BPCO anche in soggetti non fumatori.

Per i fumatori, la cessazione del fumo è un provvedimento necessario ma spesso non sufficiente, dato che il danno polmonare progredisce per altri meccanismi biologici solo inizialmente scatenati dal fumo di sigaretta. La BPCO è una malattia che può essere prevenuta e soprattutto curata anche se non guarita, rallentandone la naturale progressione verso l’invalidità e l’insufficienza respiratoria. Esistono, tra altri provvedimenti, farmaci semplici, sicuri ed efficaci per controllare la BPCO.

La tosse cronica con escreato è il sintomo della bronchite cronica, spesso associata a BPCO. La mancanza di respiro (dispnea) per sforzi non eccessivi può essere il sintomo della BPCO, particolarmente in fumatori(-trici) o ex-fumatori(-trici). Il percorso diagnositico è poi strumentalmente semplice, non-invasivo e poco costoso, ma deve prevedere una accurata analisi di diagnostica differenziale.